Nella sezione Da leggere di MC Blog, attraverso recensioni, ti racconto di libri che vale davvero la pena avere e studiare per capire la nostra difficile contemporaneità

Quella rivoluzione chiamata dieta della longevità

Esiste la dieta della longevità? Dallo scienziato che ha rivoluzionato la ricerca su staminali e invecchiamento, la dieta mima-digiuno per vivere sani fino a centodieci anni. In questo libro Valter Longo condensa tutte le sue scoperte scientifiche e ci spiega come ridurre il grasso addominale, rigenerare e ringiovanire il nostro corpo abbattendo in modo significativo il rischio di cancro, malattie cardiovascolari, diabete e malattie neuro-degenerative come l’Alzheimer, istruendoci infine sugli effetti benefici di una periodica dieta di restrizione calorica.

La dieta di Valter Longo cura con il cibo, rivoluzionando il rapporto con esso. Semplice da adottare ogni giorno per chi già apprezza la tradizione mediterranea, la dieta del professore Longo si affianca a una pratica antica e comune in tutte le culture e dimenticata dalla nostra società dell’abbondanza: la dieta mima il digiuno, in modo “mirato” e calibrato sulle esigenze della vita di oggi. Va, però, detta una cosa molto importante.

Longo è molto prudente e, leggendo il solo libro, non è possibile cogliere appieno le vere potenzialità delle sue scoperte e della dieta in particolare. Bisognerebbe leggere tutta la letteratura scientifica prodotta nella sua carriera per capire la serietà dei suoi studi. Tuttavia è un ottimo testo divulgativo. Una guida indispensabile per impostare un regime alimentare che riduca drasticamente i fattori di rischio per le malattie cronico-degenerative quali diabete, cancro, sclerosi multipla eccetera.

Il libro tratta fondamentalmente di due tipi di diete: la “dieta della longevità” e la “dieta mima digiuno”. La dieta della longevità è un regime alimentare cronico, da seguire anche per tutta la vita. Consiste principalmente in una dieta vegana, priva di cibi ad alto indice glicemico, con l’aggiunta del pesce. La dieta mima digiuno, invece, è un regime alimentare periodico e clinicamente testato. Esso consiste in una drastica riduzione dell’apporto calorico per cinque giorni, da ripetere da due a dodici volte l’anno, a seconda della condizione fisica dei pazienti.

PROMEMORIA > Ti è piaciuta la recensione? Leggi le altre recensioni

Ovviamente Longo vuole che chi intraprenda questa strada sia seguito da un medico o da un biologo nutrizionista esperto in questo campo. Segnalo che ciò che distingue la dieta mima digiuno dalle altre diete non sono solamente i risultati straordinari ottenuti negli studi clinici e negli studi di laboratorio, ma la solidità di tutti i dati scientifici su cui essa si fonda: dall’epidemiologia allo studio sui centenari. Dunque, una dieta che può essere seguita senza diventare necessariamente fanatici.

Scopri e acquista il libro La dieta della Longevità

La battaglia contro i tumori inizia a tavola: il best seller

La battaglia contro i tumori inizia a tavola: lo dicono in tanti e da sempre. Lo scrive Maria Rosa di Fazio nel libro “Mangiare bene per sconfiggere il male”. Sembra retorico, ma in questo caso, come non mai: “Fa’ che il cibo sia la tua medicina”, ammoniva Ippocrate, padre della scienza medica. Oggi, in un’epoca di cibi sempre più industriali, manipolati, prodotti con materie prime modificate geneticamente e imposti dalla pubblicità e dal marketing, noi possiamo e dobbiamo andare oltre affermando che “stiamo” bene o male in base a “che cosa” mangiamo o non mangiamo.

Non solo: perché la nostra salute e quella dei nostri figli dipendono anche dal “quando” consumiamo un determinato alimento, dal “come” lo cuciniamo, senza mai sottovalutare “insieme a che cosa” lo abbiniamo e lo portiamo in tavola. Sono tutte informazioni che troverete in questa guida pratica e di facile lettura allo stare bene, ma anche alla prevenzione più naturale, nonché più semplice e perfino più economica, delle peggiori malattie. Informazioni che nascono dall’esperienza ultraventennale di un’affermata oncologa italiana.

Dobbiamo decidere se vogliamo continuare a essere azionisti occulti, inconsapevoli e senza nemmeno diritto di voto di qualche grande corporation alimentare o piuttosto ridiventare i ben informati unici proprietari della nostra salute, ovvero del più importante patrimonio di cui disponiamo – gratuitamente, per dono divino – fin dalla nascita. Ho letto molto sulla nutrizione e devo ammettere che la dottoressa Di Fazio mi ha stupito, rispondendo con voce autorevole a molti dubbi che avevo sull’alimentazione. La dottoressa ha esperienza ventennale nel campo oncologico e spiega le motivazioni dell’alimentazione che tutti noi dovremmo seguire per poter evitare l’infiammazione e di conseguenza i mali moderni.

Pochi, semplici e chiari consigli per stare bene, con motivazioni valide. In questi ultimi anni siamo bombardati dalla pubblicità, dal consumismo impellente e dalla frenesia delle nostre vite, che spesso ci distoglie dall’importanza sul nutrirci bene e con coscienza. Bando anche ai preconcetti che ci portiamo dietro da anni: il latte fa bene alle ossa, il cervello ha bisogno di zucchero. Dobbiamo cambiare prima di tutto il nostro modo di vivere il cibo. Consiglio, per chi vuole seguire i concetti della Di Fazio di partire con un cambiamento alla volta – frutta solo al mattino, eliminare tutti i latticini e il terribile yogurth, sostituire il pollo con tacchino biologico – sentirete i benefici già dopo pochi giorni, ve l’assicuro.

PROMEMORIA > Ti è piaciuta la recensione? Leggi le altre recensioni

Leggerlo è davvero un piacere. L’autrice oltre a essere assolutamente autorevole (venticinque anni di esperienza come medico oncologo) è chiara e spiega in modo semplice, sebbene diretto, il perchè di ogni indicazione nutrizionale che fornisce. Contiene informazioni utili e preziose per avviarsi verso un regime alimentare sano e gustoso. Ci aiuta a capire perché è importante eliminare cibi che, apparentemente sembrano “innocui”, ma che in realtà sono veri veleni e, senza che noi ce ne rendiamo conto, ci avviano verso la strada dell’infiammazione interna e della malattia. Consiglio vivamente a tutti di leggerlo, sopratutto se ancora sani, per evitare di andare incontro a spiacevoli malattie in futuro.

Acquista Mangiare bene per sconfiggere il male

Assassini seriali recenti: i peggiori serial killer del 1900

Freddi, spietati, empatici con la sofferenza delle proprie vittime. Gli assassini seriali sono così e rappresentano un “mondo accanto” da sempre. Nel libro “Assassini Seriali: i più spietati” sono raccolte storie di serial killer recenti del 1900. Venti storie, quelle dei venti più spietati serial killer. Racconti sintetici al punto giusto, con dettagli sulle vite, sui traumi, sugli omicidi e sui processi di questi terribili uomini.

I colombiani Luis Alfredo Garavito Cubillos, Pedro Alonso López e Daniel Camargo Barbosa sono in assoluto i tre serial killer del Novecento che si sono lasciati alle spalle la più lunga scia di sangue. Stupratori, pedofili, maniaci. Arrabbiati, asociali, a volte schizoidi. Sempre assetati di sangue e perciò abili cacciatori. Il nome del brasiliano Pedro Rodrigues Filho, nella cultura popolare, è ormai associato alla crudelta fatta a persona. E non da meno quello del satanista texano “Richard” Ramirez.

Mentre Andrej Cikatilo, “Ted” Bundy, Gary Ridgway, Jaffrey Dahmer, Harold Shipman e John George Haigh rappresentano, ognuno per conto proprio, il prototipo ideale del perfetto serial killer moderno, le ombre che aleggiano sul “Mostro di Firenze” ci ricordano che spesso, tanta verità, forse la più crudele, rimane avvolta dietro uno spessissimo alone di mistero.

“Assassini Seriali: i più spietati” è il “libro-inchiesta” di Primo Di Marco che ricostruisce le storie dei venti più terribili assassini seriali del Ventesimo secolo del Novecento e di questo inizio di terzo millennio. Venti monografie. Storie che hanno segnato il mondo. L’opera è presente in formato ebook su quasi tutti gli store italiani e internazionali, mentre il libro è venduto su Amazon, Create Space, Lulu.com (che lo distribuisce all’estero) e nelle librerie italiane distribuito da Youcanprint attraverso l’omonimo catalogo.

PROMEMORIA > Ti è piaciuta la recensione? Leggi le altre recensioni

Vite raccontate dall’infanzia, traumi e involuzioni delle rispettive personalità. Omicidi, “modus operandi”, nomi e cognomi delle vittime e tantissime altre informazioni aggiornate. I serial killer trattati nel libro: Luis Garavito, Pedro Alonso Lopez, Daniel Camargo Barbosa, Pedro Rodrigues Filho, Andrej Čikatilo, Gary Ridgway, “Ted” Bundy, John Wayne Gacy, Donald Gaskins, Jeffrey Dahmer, “Mostro di Firenze”, Harold Shipman, Arthur Shawcross, “Richard” Ramírez, Dennis Rader, Edmund Kemper III, Peter Manuel, John George Haigh, Dennis Nilsen e Tommy Lynn Sells.

Storie di Serial Killer è una collana di libri. Dai un’occhiata ai titoli: Le Serial Killer: Donne che uccidono per passione di Marco Cariati e Assassini Seriali: i più spietati di Primo Di Marco.