Le proprietà e gli usi del metilsulfonilmetano

Le proprietà e gli usi del metilsulfonilmetano

Avrai certamente sentito parlare del metilsulfonilmetano, chimicamente in gergo msm, un composto organosulforico conosciuto anche con diversi altri nomi, tra cui dmso2, solfone di metile, e dimetil solfone. Si trova in alcune piante primitive, è presente in piccole quantità in molti alimenti e bevande, ma soprattutto è commercializzato come integratore alimentare. Questo è il motivo per cui ne parlo nella sezione rimedi naturale. L’msm è un potente integratore naturale che aiuta l’organismo a purificarsi e a rigenerarsi. Ma andiamo con calma. tanto, se se sul mio blog, vuol dire che non hai fretta e vuoi approfondire l’argomento.

Cominciamo con il capire cos’è. Il msm e il correlato dimetilsolfossido hanno diverse proprietà fisiche. Si tratta di un solido cristallino, bianco, mentre il dmso è liquido, in condizioni standard. Il solfossido è un solvente aprotico altamente polare ed è miscibile con acqua, diventato un ottimo ligando. Per via della sua polarità e stabilità termica, il metilsulfonilmetano viene utilizzato industrialmente come solvente ad alta temperatura sia per le sostanze organiche che per quelle inorganiche. Va detto che fino ad ora, la medicina ufficiale non l’ha approvato per un uso medico, ma nel tempo stati rivendicati e studiati, una serie di benefici del suo uso per la salute.

Stanley W. Jacob ha riferito di aver somministrato msm ad oltre diciottomila pazienti con diversi disturbi per i quali l’assunzione è sembrata più che utile. Ad oggi, il metilsulfonilmetano è venduto come integratore alimentare e commercializzato in numerose nazioni con una varietà di rivendicazioni, spesso in combinazione con glucosamina e condroitina per aiutare a curare o prevenire l’osteoartrite. Sempre come integratore, viene utilizzato negli sciroppi come mucolitico sebbene, anche in questo caso, non vi sia un riconoscimento universalmente accettato.

Allo stesso modo, viene impiegato in creme ad uso topico per i suoi effetti antinfiammatori. Quindi, riepiloghiamo: la medicina ufficiale non lo riconosce come farmaco, viene usato da decenni, nessuno ha mai avuto problemi, molti sostengono di trarne vantaggio, esistono molti studi e un’ampia letteratura sull’argomento, ma manca solo l’approvazione di un’ente-entità che forse non arriverà mai. Beh, non ho fatto male a pensare questo argomento per te. Anzi, vale proprio la pena capire come può integrare la nostra dieta, in quali casi e come e quanto prenderne. Procediamo.

Il metilsulfonilmetano contiene un’alta concentrazione di zolfo organico, circa il trentaquattro per cento del suo peso. Lo zolfo, com’è noto, è un minerale chiave con importanti proprietà salutistiche ad attività antiossidante, antinfiammatoria e detossificante. Ad oggi, numerose ricerche indicano il ruolo elettivo del msm nella salute dei tessuti connettivi, in particolare le articolazioni, oltre che di controllo degli stati infiammatori. Tantissime persone lo usano con esiti positivi per curare la salute cutanea, la pelle, i capelli e le unghie, essendo un componente essenziale della cheratina.

Metilsulfonilmetano, msm o zolfo organico

Lo zolfo organico è un componente essenziale delle cellule viventi e rappresenta il settimo ed ottavo elemento più abbondante nell’organismo umano in termini di peso, paragonabile in tal senso al potassio e leggermente più abbondante rispetto a sodio e cloro. Basti pensare che in un adulto di circa settanta chili sono presenti centoquaranta grammi di zolfo alimentare. Lo zolfo organico è presente in concentrazione particolarmente elevata nelle articolazioni, dove partecipa alla produzione di solfato di condroitina, delle glucosamine e dell’acido ialuronico.

Questa sostanza partecipa alla formazione di aminoacidi e collagene. Gli aminoacidi, a loro volta, sono essenziali per lo sviluppo delle proteine necessarie nella formazione e mantenimento delle ossa e capelli. Aiuta, tra l’altro, la formazione e lo sviluppo della cartilagine. Il collagene è il lubrificante naturale del corpo, la sua assenza può causare infiammazione delle articolazioni. Inoltre, stimola la formazione nel corpo di enzimi, amminoacidi e proteine attive, che hanno funzioni importanti del corpo, come il trasporto dei nutrienti.

Lo si consiglia per: dolore cronico, tendinite, acne, artrite, asma, allergie, borsite e reumatismi, sindrome del tunnel carpale, fibromialgia, acidità, recupero di mercurio, dolore muscolare, osteoartrosi, tenosinovite, infezioni da fungo di candida, fatica cronica, costipazione, diabete, problemi digestivi, capelli e unghie fragili, mal di testa ed emicrania, dolori muscolari e crampi, parassiti, pelle danneggiata o invecchiata, accumulo di tossine, espulsione di mercurio e, per concludere, ulcera.

Si possono eliminare sostanze nocive, quali acido lattico e tossine, mentre i nutrienti possono penetrare. Ciò impedisce l’accumulo di pressione cellulare, che è ciò che provoca il gonfiore. Ha una straordinaria capacità di eliminare o ridurre il dolore muscolare e gli spasmi nei pazienti anziani e negli atleti. Viene somministrato anche nei cavalli da corsa prima di correre per prevenire il dolore muscolare dopo la gara ed evitare crampi. Le persone con osteoartrite sperimentano un sollievo significativo e duraturo all’assunzione degli integratori di msm.

In commercio esistono tantissimi integratori di msm ma quasi tutti sono prodotti in laboratorio usando un processo di sintesi chimica facendo reagire due molecole, il dimetilsolfossido e il perossido di idrogeno. Questa reazione forma una nuova molecola, l’msm, che deve subire un processo di purificazione per eliminare le impurità. Questo fa si che il prodotto non sia mai puro al cento per cento ma abbia dei residui di lavorazione. Per questo è importante che sia msm naturale.

PROMEMORIA > Potresti leggere altri approfondimenti nelle categorie salute e rimedi naturali

Zolfo organico: massimo assorbimento

Mi spiego meglio. Trattandosi di zolfo in forma organica, l’organismo umano può assorbirlo rapidamente ed in modo molto completo, e diversi studi clinici hanno escluso qualsiasi tipo di effetto collaterale o tossicità di questo composto anche a dosaggi elevati e di molto superiori a quelli usati come integratore. Le proprietà dello zolfo nell’organismo sono molteplici, e vanno dall’azione di enzimi disintossicanti – glutatione e coenzima A – al trofismo tissutale dell’apparato muscolo scheletrico, al metabolismo ormonale.

Tra gli altri utilizzi ritroviamo il msm anche come mucolitico nel trattamento delle infezioni da raffreddamento delle alte vie aeree e nelle cistiti batteriche, nelle quali risulta anche molto efficace grazie anche alle sue proprietà disinfettanti ed antibatteriche, e perfino nel trattamento delle riniti allergiche stagionali. Ottimo anche per il trattamento dei disturbi gastrointestinali, facilita il transito del cibo e la normale peristalsi ed è un eccellente disintossicante. Per uso topico infine viene utilizzato nel trattamento delle ferite grazie all’azione combinata di antisettico, rigenerante tissutale e cicatrizzante.

La quantità giornaliera raccomandata è di un cucchiaino, quindi circa due grammi, fino a tre volte al giorno, e può essere assunto subito prima o subito dopo i pasti per facilitarne l’assorbimento e stimolare la digestione. La durata del trattamento è di circa tre mesi, e l’efficacia del msm è aumentata se assunto in contemporanea ad integratori o alimenti ad alto contenuto in vitamina C (quindi msm e vitamina C insieme fanno benissimo).

Consigliati da Amazon

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

A cosa stai pensando?